I vantaggi del marketing olfattivo: nuove strade per convincere

L’uso sapiente degli odori è una delle strategie di comunicazione dai risultati più stupefacenti. Chi sceglie il marketing olfattivo come veicolo per raccontare il suo brand sa bene quanto il coinvolgimento dei cinque sensi sia essenziale per creare brecce irrazionali nella mente dei clienti e plasmarne stati d’animo e intenzioni d’acquisto.

Lo scent marketing ricade nel più ampio ramo del marketing sensoriale, ossia l’insieme di tattiche che non si rivolgono al pensiero conscio, ma esplorano le vie di quel territorio carico di fascino che è il mondo dell’inconscio. Usare tecniche di marketing olfattivo significa arredare con il profumo luoghi come retail stores, location residenziali, hotel, shopping malls, uffici o sale di bar e ristoranti in modo che diventino per ogni cliente l’ambiente perfetto in cui permanere, nel quale acquistare, in cui ritornare.

Un design olfattivo accurato è tra gli strumenti più efficaci che si possano utilizzare per attrarre e convincere: ma da dove deriva il potere del profumo e quali benefici può offrirti concretamente lo scent marketing?

Cinque sensi, infinite porte d’accesso alla mente

Il senso dell’olfatto è tra i più primitivi sistemi di percezione di cui siamo dotati e ha un’influenza diretta sul nostro stato emozionale. Annusare un profumo infatti stimola direttamente il sistema limbico, l’area del cervello deputata a gestire, insieme al senso dell’olfatto, anche le reazioni emotive, la memoria a lungo termine e i comportamenti. Collegata con il sistema nervoso autonomo e con il sistema endocrino, tale area cerebrale processa ancora oggi odori e profumi, considerandoli un veicolo fondamentale per conoscere il mondo esterno e scegliere risposte adeguate ad affrontarlo.

Da un semplice indicatore piacere-pericolo, anche l’olfatto si è evoluto, arrivando a essere ormai una fonte pressoché infinita di ricordi e sfumature emozionali. Tra le sue funzioni più interessanti c’è la capacità di costruire, attraverso un meccanismo chiamato apprendimento associativo, una connessione stabile tra un particolare odore e l’evento, la persona, l’oggetto o l’ambiente dal quale questo è stato percepito.

Il complesso insieme di sensazioni registrate dalla mente in quel preciso istante imprime nella mente una memoria a lungo termine, che potrà essere richiamata con i giusti incentivi sensoriali e scatenare così stati d’animo ed emozioni incredibilmente intense. È chiara quindi la potenzialità dell’olfatto all’interno delle strategie di marketing che puntano a creare esperienze immersive per i consumatori, facendo conquistare contemporaneamente decisivi vantaggi al brand che lo mette in pratica.

Offri l’irrazionale, raggiungi risultati concreti

Le più recenti scoperte nel neuromarketing affermano che il cervello limbico viene attivato in maniera intensa durante le fasi di acquisto e che circa 2/3 delle scelte dei consumatori sono legate a stimoli sensoriali e svincolati da valutazioni razionali come l’utilità o il costo-beneficio. La maggiore sensibilità della mente agli stimoli percettivi è quindi una condizione da sfruttare al massimo per influenzare le esperienze dei clienti all’interno degli spazi del tuo brand e costruire con essi relazioni di piacere, fiducia, positività e benessere.

Crea ambienti evocativi, invoglia all’acquisto

Come accennato, il senso dell’olfatto è in grado di estrapolare in pochi istanti i ricordi più piacevoli del passato, infondendo alla mente e al corpo profonde sensazioni di comfort, felicità o soddisfazione. È esattamente ciò che accade quando sentiamo l’odore del talco, del pane fresco, del caffè o di una torta appena sfornata, sentori che spesso ricordano le atmosfere fatate tipiche dell’infanzia, ma anche semplicemente l’idea di autenticità e di godimento sensoriale.

Queste sono le ragioni per cui, grazie al marketing olfattivo, puoi compiere piccoli incantesimi subliminali e indurre precisi stati emotivi nei clienti che visitano il tuo store, la tua SPA, il tuo albergo o il tuo ristorante. Basta infatti una nota di profumo per generare gradevoli sensazioni inconsce e predisporre i tuoi clienti in un mood favorevole all’acquisto.

È il caso delle stazioni di servizio che sono riuscite a triplicare le loro vendite, ma anche di Starbucks o Cinnabon, che invogliano i clienti al consumo grazie alle note di chicchi tostati o cannella. Ovviamente il concetto non vale solo per il comparto food: uno studio in Svezia ha osservato come il rilascio di fragranze gradevoli in un negozio di shampoo sia riuscito ad aumentare le vendite del 27%, mentre un big player del mercato come Nike ha notato che un profumo piacevole diffuso all’interno dei suoi negozi è in grado di incrementare dell’80% le intenzioni di acquisto dei clienti.

Accogli e aumenta il tempo di permanenza

Le emozioni positive regalate dai profumi fungono anche da ottimo incentivo per entrare in uno store e restarci più a lungo. Una fragranza invitante diffusa con attenzione nei pressi di un punto vendita può incrementare di oltre il 70% il numero di clienti che decidono di varcare la soglia. Un profumo scelto con cura può anche trattenere più a lungo i clienti negli spazi commerciali, aumentando il tempo di permanenza in store fino al 40% e, di conseguenza, incrementando le probabilità di acquisto e il valore dello scontrino medio.

Una strategia di scent marketing sinergica può al contempo attrarre negli ambienti del brand, ma anche convincere poi a consumare di più. Numerosi brand F&B, dopo aver accolto all’interno dei locali con odori accattivanti, diffondono aromi di piatti succulenti attraverso i condotti di ventilazione, stimolando inconsciamente il senso di fame e spingendo i clienti a ordinare maggiori quantità di cibo.

Lo stesso avviene nei cinema, ma anche all’interno dei negozi del comparto beauty, che sono abituati a riempire l’aria delle più evocative profumazioni, in linea con la stagione e gli obiettivi commerciali, in modo da rendere la sosta nel punto vendita una vera esperienza polisensoriale da prolungare quanto più possibile.

Attiva le percezioni che desideri

Il profumo ha la capacità di suscitare emozioni, stati d’animo e ricordi. Una fragranza studiata ad hoc può energizzare, rilassare, stimolare la produttività, favorire la convivialità o fungere da balsamo per lo spirito. Una capacità che non è sfuggita a chi si occupa di marketing olfattivo: è possibile infatti condizionare l’umore dei clienti tramite semplici, ma estremamente potenti, gocce di fragranze.

Bastano speciali note olfattive elaborate con cura per far apparire un ambiente più o meno formale o prestigioso, oppure il suo staff più competente, disponibile o proattivo. Come dimostrato inoltre dall’esperienza Thomas Pink  a Londra, una fragranza può anche favorire la percezione di qualità dei prodotti proposti nel punto vendita ed è sempre la capacità convincente del profumo a calmare i pazienti degli studi medici o a fare lavorare con più entusiasmo i collaboratori negli uffici e nei reparti.

Sperimenta con il branding olfattivo 

Uno step oltre il marketing sensoriale c’è la scelta di un logo olfattivo personalizzato, ovvero una firma composta da specifiche note di profumo che racconta del tuo brand e della sua filosofia e contribuisce alla creazione di uno storytelling fuori dai comuni schemi e subito riconoscibile. Narrare una storia emozionale infatti è una strategia invincibile per avvicinarti alla mente, ma soprattutto al cuore dei tuoi potenziali clienti.

Fatti ricordare e fidelizza

La fragranza personalizzata che i visitatori respireranno nei tuoi spazi si legherà per sempre alla tua identità di brand, creando connessioni positive e conquistando uno spazio indelebile nella mente di chi ne ha fatto esperienza. Il tuo marchio non sarà più solo riconoscibile a livello razionale, ma su un nuovo livello inconscio: percependo nuovamente la tua fragranza, i consumatori saranno immediatamente catapultati all’interno dei suoi ambienti e si troveranno dentro di un ricordo ormai divenuto incancellabile.

La memoria del tuo brand diventerà involontaria e inarrestabile, con enormi vantaggi in termini di percezione, brand awareness e capacità di collegare il tuo marchio ai suoi specifici prodotti e servizi, ai suoi ambienti e alle sue persone. Una brand experience emozionante sarà un ottimo incentivo a tornare per i tuoi clienti: vorranno ripeterla, incrementando la fidelizzazione al marchio, e desidereranno parlarne, innescando i processi del word of mouth.

Rafforza la brand identity con legami viscerali

Giocare con la creazione di fragranze esclusive per il tuo brand ti permette di creare connessioni empatiche con i tuoi clienti, che si sentiranno più vicini al tuo marchio, più coinvolti nelle sue atmosfere e più in sintonia con i suoi valori. Grazie al branding olfattivo avrai così a disposizione un canale più rapido e diretto per veicolare i tuoi messaggi, ma anche – in una proficua relazione bidirezionale – per ascoltare e comprendere il tuo pubblico e capire cosa suscita nei tuoi clienti le emozioni più suggestive.

Una strada da esplorare, per raggiungere un livello di contatto mai sondato prima. Scopri subito come usare il potere inebriante del profumo, prenota una consulenza con uno dei nostri Scent Experts!

I vantaggi del marketing olfattivo: nuove strade per convincere

Sono ormai numerose le ricerche che sottolineano il ruolo decisivo dell’olfatto sui comportamenti dei consumatori e su

Leggi di più
Profuma la tua SPA, crea un vero incantesimo per i cinque sensi

Chi entra in una SPA cerca un universo sospeso nel tempo, dove viziarsi con coccole uniche. Il profumo è parte integran

Leggi di più
Come rendere indimenticabile il tuo stand al Salone del Mobile 2022?

Perché profumare il tuo stand? Perché una fragranza personalizzata ha il potere di conquistare i tuoi visitatori e leg

Leggi di più
Scent Company arrow return top